Saturday, 21 January 2012

notte al porto

No comments:

Al di là del vecchio faro
Il sole annegava lentamente
Tra le danze di un oceano insanguinato.
Paralisi di eliotropi
Annunciava il passo malato della Luna,
La sua rincorsa disperata, la sua anoressica bellezza
Al cui cospetto appassirono le rose,
L’onda smorzò il suo lamento
Mentre angeli ubriachi, sul molo solitario
Piangevano note distorte
Che sibilanti
Lambivano lente – le intimità della notte.

Wednesday, 11 January 2012

space suckers / evil spider

No comments:

E' un grande piacere ospitare su questo fotoblog Pamela Piscicelli. Pamela, che ha conseguito un master triennale presso la Scuola Romana di Fotografia, svolge la professione di fotografa tra Roma e l'Abruzzo.
Nel 2011 ha presentato il progetto Invaders, con il quale si è aggiudicata il premio Brand New Talent della rivista RVM. Invaders è un reportage di denuncia sulla petrolizzazione della costa abruzzese, dal quale potete qui vedere uno scatto inedito. Per saperne di più, vi invito a visitare il sito pamelapiscicelli.com

It's my big pleasure to host Pamela Piscicelli on this photoblog. Pamela, who was awarded a diploma at Scuola Romana di Fotografia, works as a photographer between Rome and Abruzzo. In 2011 she presented the project Invaders, for which she was awarded the RVM magazine's Brand New Talent prize. Invaders is a report on oil industry taking over the Abruzzo coast (above is an unreleased shot). Learn more at pamelapiscicelli.com 

Monday, 2 January 2012

A25

No comments:
La chiamano ancora Roma - L'Aquila. Come se dopo il mondo finisse. Come se le differenze, i dettagli, non contassero. Ma anche questo è un piccolo specchio dell'epoca in cui viviamo, in cui l'approssimazione regna incontrastata. E il rigore è termine desueto, da fascisti, relegato all'asetticità di qualche caserma.

Non esiste, o meglio, non esiste più una Roma - L'Aquila. Il traforo del Gran Sasso, che non è quello che parte dal CERN di Ginevra, è stato aperto da più di un ventennio. Per cui, non esiste una Roma - L'Aquila; eistono le Strade dei Parchi, ovvero la A24, che percorre la tratta Roma - Teramo, e la A25, che da quest'ultima si dirama presso Torano, per poi immettersi nella A14 all'altezza di Chieti.

Per percorrere un'autostrada panoramica non è necessario attraversare la Route 66. Fate una sosta presso il litorale adriatico centro-meridionale. Se siete fortunati potrete scorgere il profilo delle Isole Tremiti all'orizzonte. Fate una passeggiata sulla spiaggia e contemplate il mare invernale. Poi, dalla spiaggia, volgete lo sguardo dalla parte opposta e ammirate le vette innevate della Majella. Percorrete la A14 fino a Pescara e immettetevi senza indugio nella A25. Rilassatevi. Siate sicuri di aver fatto rifornimento e aver espletato eventuali pratiche fisiologiche, perché per circa cento chilometri non vi imbatterete in alcuna stazione di servizio. Rilassatevi, di altre vetture ne incrocerete ben poche. Sarete ricompensati da passaggi tra montagne dalle vette innevate e dai pendii ricoperti da alberi piegati dalla forza del vento, e lungo i quali si inerpicano borghi simili a nidi d'aquila.

They still call it Roma - L'Aquila. As if the world ceased to be then. As if differences, details, did not matter. But this too is a mirror of the times we are living in, ruled by undisputed approximation. In which rigour is an outdated word, for fascists, relegated to some dull barracks. 

Motorway Roma - L'Aquila does not exist, or rather, does not exist anymore. The Gran Sasso tunnel, which is not the one connecting Gran Sasso to CERN in Geneva*, has now been open for more than twenty years. Therefore, a highway Roma - L'Aquila does not exist, whereas the two called Strade dei Parchi do. The first being Motorway A24, connecting Rome to Teramo, and the second being named Motorway A25, departing from A24 nearby the town of Torano and leading to Motorway A14 nearby the city of Chieti. 

You really don't need to drive through Route 66 if you're looking for a scenic highway. Just plan a stop by the Southern Adriatic seashore. If you're lucky enough, you can even spot Tremiti Islands at the horizon. Then take a walk on the beach and look at the winter sea. From the beach, just turn your head to the other side and rest your eyes on the top of Majella covered with snow. Drive through Motorway A14 up to Pescara, then enter A25. Relax. Make sure you fueld up and fulfilled your physiological necessities, for you won't come across any service area for about a hundred kilometres. Relax, you won't even come across many other cars. You'll be rewarded with passages through snowy mountains, whose flanks are covered with trees folded by the power of wind, where ancient villages look like eagle's nests.





*For those readers who are lucky enough to know nothing about former Italian Minister for Education, here's an explicative link in English.